Home / Societario Internazionale / Malta: il sistema fiscale maltese.
sistema fiscale maltese

Malta: il sistema fiscale maltese.

IL SISTEMA FISCALE MALTESE

INFO LINE TASSE A MALTA: 0532 240071

Sistema fiscale maltese: Malta, la city del Mediterraneo, il suo sistema fiscale.

Malta non è solamente una meta turistica bella ed affascinante, ed un luogo ambito e ricercato per viverci, è anche una delle più importanti piazze finanziarie su scala mondiale, il luogo ideale per imprenditori intelligenti dove trasferirsi, fare affari, e guadagnare, guadagnare in un sistema che, al contrario di quello italiano, premia l’impresa e l’imprenditore. Purchè si stia alle regole.

Il sistema fiscale maltese è volto in maniera quasi esclusiva a promuovere gli investimenti stranieri ed a sostenere ed incrementare lo sviluppo dei servizi finanziari.

Fino agli anni ’80 del secolo scorso Malta era sinonimo di località offshore ed a fiscalità agevolata, ma, ora, e dopo le modifiche legislative, introdotte con l‘Income Tax Act e lIncome Tax Management Act del 1994, il paese ha superato l’immagine di paradiso fiscale mediterraneo. Difatti, nel suo percorso per divenire piazza finanziaria moderna e dinamica, Malta ha aderito all’Unione Europea nel 2004, ha effettuato la riforma fiscale del 2007, molto importante, poiché si è introdotta la participation exemption e sono stati aboliti i benefici fiscali delle International Trading Companies ITC, in seguito, nel 2010 stessa sorte è toccata alle International Holding Companies IHC. Dallo stesso anno la Repubblica di Malta è stata inserita nella c.d. white list, internazionale.

Se desideri trasferirti a Malta o se desideri aprire una società a Malta o vuoi avere consulenza in merito alla fiscalità maltese puoi chiamare lo 0532 24 00  71, il 348 443 50 40 oppure scriverci, per avere informazioni sul trasferimento a Malta e sulla fiscalità maltese.

TASSAZIONE REDDITI PERSONE FISICHE A MALTA

I redditi delle persone fisiche, a Malta, prevedono l’anno solare come periodo d’imposta e vengono tassate secondo le sottoelencate tipologie di reddito:
reddito d’impresa;
lavoro autonomo;
lavoro dipendente;
reddito da investimenti;
reddito da capital gain.

La tassazione delle persone fisiche, a Malta: similmente a quanto accade quasi ovunque nel mondo, detta tassazione è in stretta relazione con il luogo dove le persone fisiche hanno determinato la propria residenza ordinaria od il proprio domicilio. Tre sono le tipologie previste dall’Income Tax

1. persone fisiche con domicilio e residenza ordinaria a Malta: sono tenute a pagare l’imposta, a Malta, sul reddito ovunque prodotto nel mondo, secondo il principio del world wide taxation, analogamente a quanto accade in Italia;
2. persone fisiche che oltre che mantenere una residenza estera (rispetto a Malta) risiedono o sono residenti a Malta: gli stessi subiscono una tassazione sui redditi prodotti a Malta, su quelli realizzati all’estero ma incassati a Malta e sul capital gain generatosi, grazie alle loro attività anche estere, a Malta.

Le imposte a Malta vengono soggette ad aliquote progressive, per scaglioni, fino a un massimo del 35%, con diverse modulazioni a seconda che il contribuente sia celibe o coniugato.

3. Molto interessante è, invece la legislazione concernente le persone fisiche che non sono né residenti, né domiciliate in Malta: le stesse difatti subiscono la tassazione su redditi prodotti esclusivamente nel territorio, nonché sui redditi prodotti all’estero ma fisicamente portati a Malta.

Il reddito da partecipazioni e royalties è esentasse, così come il capital gain su quote d’investimento collettivo e su titoli non derivanti da proprietà immobiliare maltese.

4. I residenti temporanei, che risiedano a Malta per meno di sei mesi nell’anno solare, sono soggetti a tassazione soltanto per i redditi prodotti nel territorio;

5. i residenti permanenti invece, che abbiano intenzione di trasferire la residenza fiscale a Malta devono ottenere la preventiva certificazione degli uffici fiscali sulla base del “Permanent Residence Scheme“, usufruiscono delle seguenti agevolazioni fiscali maltesi:
aliquota del 15% sulle entrate rimesse a Malta, al di sopra di euro 4.193 annue;
esenzione totale per capital gain rimessi a Malta;
esenzione dalle imposte di successione;
regime particolare per rimborsi e sgravi fiscali.

In definitiva è quindi possibile affermare come le persone fisiche a Malta hanno diritto ad un regime fiscale equo, particolarmente vantaggioso, con aliquote massime del 35% e vari sgravii, il che rappresenta sicuramente un ottimo connubio fra le esigenze statali di incassare le imposte ed il diritto del lavoratore ad usufruire del risultato economico del suo lavoro. Il sistema fiscale maltese è sicuramente vantaggioso.

TASSAZIONE REDDITI PERSONE GIURIDICHE A MALTA

Ancora più interessante è il sistema maltese di tassazione delle persone giuridiche.
Non è previsto infatti un regime di tassazione separata degli utili societari, per cui le società e tutte le altre persone giuridiche sono assoggettate all’identico regime fiscale con norme che differenziano le diverse categorie di contribuenti.
Le società a Malta sono assoggettate a un’aliquota fiscale del 35% che corrisponde, abbiamo visto, anche all’aliquota massima della tassazione delle persone fisiche in Malta.

Da ciò deriva che non è dovuta alcuna imposta ulteriore dai destinatari dei dividendi e che l’azionista che sia assoggettato ad una aliquota inferiore potrà richiedere il rimborso per la parte eccedente versata dalla società dal medesimo partecipata.

Sono quindi soggetti a tassazione, per le società residenti, i redditi ovunque prodotti e, per quelle non residenti, quelli prodotti nel territorio.
Vi sono le società c.d. di persone, quali, ad esempio le società in nome collettivo e in accomandita semplice, che vengono considerate trasparenti ai fini fiscali e, pertanto, gli utili vengono tassati direttamente in capo ai soci.
Vi sono anche ulteriori categorie di persone giuridiche, quali società cooperative e le Collective Investment Scheme CIS, che usufruiscono di un regime di esenzione fiscale totale.

Il sistema fiscale maltese prevede, al fine di evitare la doppia tassazione, che le persone giuridiche, a seconda dei casi, possano fruire di alcune facilitazioni fiscali:
double taxation relief;
commonwealth incombe tax relief;
unilateral relief;
flat rate foreign tax credit.

TASSAZIONE A MALTA: I BENEFICI FISCALI

Benefici fiscali previsti a Malta
Il sistema fiscale maltese, dinamico, equo e moderno, riesce ad essere molto competitivo e vantaggioso ed ad essere polo di attrazione di numerosi investitori sia per l’efficienza e l’estrema semplificazione delle procedure che per vantaggi fiscali certi e legali: aliquota d’imposta del 35%, nessuna tipo di restrizione valutaria, nessuna legislazione Cfc (controlled foreign companies), nessuna regolamentazione su thin cap, né su transfer pricing, nessuna genere di trattenuta fiscale su dividendi, interessi e royalties a non residenti, nessuna tassa sul patrimonio. A tutto ciò si deve unire un sistema diversificato di rimborsi, diretto a evitare la doppia imposizione, rispettivamente nella misura di 6/7, 5/7 e 2/3, a seconda che l’imposta pagata derivi da ritenute d’acconto sui dividendi, imposte sugli interessi o ritenute alla fonte sulle royalties. Concetto, questo, molto importante atteso che una ltd maltese può legalmente essere posseduta da una ltd inglese o da una G.M.B.H. austriaca (o da altra società estera rispetto a Malta) che fungano da holding per cui il reddito prodotto dalla società proprietaria potrà usufruire di una redemption, ovvero di un rimborso fiscale, di 30 punti su 35 di aliquota.

Il nostro Studio dispone di una sua struttura a Malta che può esserti di aiuto nella realizzazione dei tuoi progetti imprenditoriali.

Se desideri trasferirti a Malta o se desideri aprire una società a Malta o vuoi avere consulenza in merito alla fiscalità maltese puoi chiamare lo 0532 240071 oppure scriverci, per avere informazioni sul trasferimento a Malta e sulla fiscalità maltese.

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo Malta il sistema fiscale maltese, in www.avvocatobertaggia.com/blog

a proposito di avv.bertaggia

Ti potrebbe interessare anche...

Multinazionali e fiscalità

Multinazionali e fiscalità, elusione o regolarità?

MULTINAZIONALI E FISCALITÀ, ELUSIONE O REGOLARITÀ? Le multinazionali pagano le tasse come le altre società? …

13 commenti

  1. Egregio Avvocato

    Domanda semplice: Vorrei costituire una Ltd a Malta per operare ecommerce trasferendomi sul posto. Idea banale o da approfondire?

  2. GIUSEPPE FLORIS

    Buon giorno. I dividendi di una Ltd maltese sono tassati al 35%. Se uno dei soci di tale Ltd é italiano e ha un’aliquota IRPEF del 43%, ciò vul dire che in Italia pagherà su tali dividendi la differenza tra le aliquote pari al 8%? Oppure l’IRPEF al 43% val calcolata al 49.7 del cosiddetto “netto di frontiera”. Grazie. Cordialità.

    • Buongiorno,
      la prima affermazione “I dividendi di una Ltd maltese sono tassati al 35%.” è errata, come tutto il ragionamento successivo di conseguenza. il 35% è il valore nominale della corporation tax delle LTD Maltesi, che poi si traduce in tassazione effettiva inferiore a seguito dei rimborsi in fase di distribuzione ai soci per il full imputation system Maltese.
      Il socio sconterà poi le imposte sulla base della tipologia di reddito percepito, sia dividendo che rimborso, sulla base della normativa del Suo Stato di residenza fiscale ed in considerazione del fatto che la partecipazione sia qualificata o meno e delle eventuali ritenute, netto frontiera, applicate dallo stato di residenza della società.
      I migliori saluti.

      http://www.avvocatobertaggia.org

      Stante la particolare materia che richiede una valutazione specifica da parte di esperti Le consigliamo di richiedere una consulenza in privato.

  3. Salve, avrei bisogno di capire se lavoro come traider (da casa) quale è la tassazione sul capital gain (profitto dalla compra-vendita di azioni) e se posso in questo caso avere residenza a Malta senza un contratto di lavoro. Grazie anticipatamente. Cordiali saluti. Krasimir

    • Gentile Sig. Krasimir, le plusvalenza che lei guadagna vanno dichiarate e tassate secondo la sua aliquota fiscale di pertinenza in qualità di rendita finanziaria. La rendita finanziaria è tassata al 26% come sancito dagli articoli 3 e 4 del Dl n. 66/2014 e confermata con la Legge di Stabilità 2015, si applica ai redditi di capitale ma anche ai redditi diversi di natura finanziaria e quindi anche ai redditi finanziari percepiti nell’esercizio di attività di impresa mentre sulle plusvalenze relative alle partecipazioni qualificate rimangono soggette alla tassazione sostitutiva che concorre alla determinazione del reddito del 49,72%. si applica quindi a:
      1) dividendi percepiti.
      2) interessi maturati su conti correnti bancari e postali.
      3) redditi derivati da obbligazioni e cambiali finanziarie.
      Ciò posto il trasferimento della sua residenza fiscale a Malta, in assenza di redditi tali da poter ottenere il permesso di soggiorno elettivo o di un lavoro in Malta si evidenzia come alquanto problematico. Se la sua attività lo consente si può valutare la creazione di uno holding estera che possieda un ltd maltese, ed un suo trasferimento lavorativo a Malta. Se crede ci contatti privatamente.
      I migliori saluti.

      http://www.avvocatobertaggia.org

  4. Se con la piattaforma plus500 ho realizzato un profitto di 100 k e li porto su un conto maltese sarebbe praticamente esente dalla tassazione.
    Dan

    • Gentile Sig. Dan, il ragionamento è corretto per ciò che riguarda Malta: tali somme dovranno però essere dichiarate e sottoposte a tassazione nel suo paese fiscale di residenza, nel caso sia l’Italia, secondo la sua aliquota progressiva avendo come base imponibile il 49,72%. Diversamente si manifesterebbe un fenomeno di evasione fiscale. Tengo poi presente anche la difficoltà di aprire un conto corrente a Malta senza radicamenti territoriali e reali motivazioni lavorative.
      I migliori saluti.

      http://www.avvocatobertaggia.org

  5. Sandro
    Buongiorno,
    sono un 50enne sposato e ho la fortuna di vivere con le rendite finanziarie del mio capitale (dividendi da obbligazioni, azioni, ecc.). Non sono molte ma non ho grandi pretese di vita.
    Volevo sapere se trasferendomi fisicamente a Malta quanto posso risparmiare sulla tassazione dei suddetti dividendi.
    Ho letto che cè la tassazione del 35% che francamente sembrerebbe più alta di quella italiana che è del 27% circa.
    Nell’attesa di una Vostra cortese risposta,
    porgo cordiali saluti.
    Sandro

    • Buongiorno, grazie per averci scritto.
      Lei confonde la tassazione societaria, corporate tax, con la tassazione personale, income tax.
      Trasferendosi realmente a Malta diventerebbe Resident but not Domiciled, con la conseguenza che i passive income (rendite finanziarie) sarebbero tassate a Malta on a remittance base, ovvero solo se realmente introdotte in territorio Maltese, e comunque su base progressiva al pari dei redditi attivi, secondo l’aliquota progressiva Maltese.
      Rimane da verificare l’imposizione italiana di tali rendite in caso di trasferimento della residenza primaria in Malta, intesa come non imponibilità o non imposizione dei suddetti redditi ai fini della ritenuta del 27% applicata dalla banca intermediaria, sulla base dell’art 23 del tuir e leggi collegate.
      A tal proposito è necessario che richieda una consulenza specifica allo studio fornendo ogni documentazione a supporto.

      I migliori saluti
      http://www.avvocatobertaggia.org

  6. Vorrei sapere se a Malta posso lavorare in remoto nel senso di aprire una società a Malta, pagare le tasse lì, ma lavorare dall’Italia. Mi conviene aprire una ltd a Malta in questo modo? Grazie della risposta. Andrea

    • Gentile Signor Andrea: aprire una ltd a Malta è sicuramente possibile grazie ai nostri uffici, siti anche a Malta, il problema consiste nel fatto che lei no può “lavorare da remoto” dall’Italia a Malta. Per evitare profili di esterovestizione è assolutamente necessario che la ltd maltese sia realmente amministrata a Malta e che in Malta esista una struttura direzionale ed amministrativa completamente autonoma dalla sua persona fisica in Italia. Lei non è obbligato a risiedere a Malta per lavorarci ma è assolutamente necessario che le decisioni aziendali strategiche (la c.d. alta amministrazione) vengano prese da Malta. Diversamente si commettono reati.
      Se desidera un consulto privato ci contatti.
      I migliori saluti.

      http://www.avvocatobertaggia.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi