Home / Penale / Trasferimento persone detenute estero
Trasferimento persone detenute estero
Trasferimento persone detenute estero

Trasferimento persone detenute estero

TRASFERIMENTO PERSONE DETENUTE ESTERO

INFO LINE H 24 ASSISTENZA ITALIANI DETENUTI ALL’ESTERO: +39 329 572 46 94

Trasferimento persone detenute all’estero in Italia

Molte volte capita che un italiano venga arrestato, processato e condannato all’estero. Si pone allora il problema angosciante di fare ottenere, al cittadino italiano, la possibilità di scontare la detenzione non già in un paese straniero, ma direttamente in Italia. E’ possibile ciò? Come si fa ad ottenerlo? In questo articolo ve lo spiegheremo.

Si parla di trasferimento persone detenute all’estero per indicare la procedura in base alla quale un condannato che sta già scontando la pena in un paese estero (rispetto a quello di sua residenza) viene trasferito in un altro paese, quasi sempre quello d’origine, per ivi proseguire e terminare l’esecuzione della pena.

TRASFERIMENTO PERSONE DETENUTE ED ESTRADIZIONE: LE DIFFERENZE

Essa opera su un piano diverso rispetto all’estradizione ed agli altri strumenti di cooperazione giudiziaria: ha finalità prevalentemente di carattere umanitario, per riavvicinare il detenuto al suo luogo d’origine. In tale prospettiva, non può che risultare obbligatoria la necessità del consenso della persona interessata, da cui sarà attivata la procedura che mette in moto la convenzione, diversamente da quanto avviene generalmente nelle procedure estradizionali o di consegna, che prescindono dal consenso dell’interessato. Si tratta quindi di una procedura su base volontaria, attivata dal detenuto stesso.

La principale fra queste convenzioni è quella che si può avviare con la Convenzione di Strasburgo. Il principale strumento per attuare il trasferimento delle persone condannate è la Convenzione del Consiglio d’Europa firmata a Strasburgo il 21 marzo 1983 alla quale hanno aderito numerosi paesi, che deve essere integrata, per quanto in essa non specificato, dalla normativa codicistica ed, in particolare, dagli artt. 742 e ss. c.p.p. Vediamo quindi quali sono le condizioni per il trasferimento persone detenute.

Condizioni: ai sensi dell’art. 3 della Convenzione una persona condannata, e detenuta, può essere trasferita se ricorrono le seguenti condizioni:

  • la persona condannata è cittadino (o residente) dello Stato di esecuzione della pena;
  • la sentenza è definitiva;
  • la durata della pena che la persona condannata deve ancora scontare è di almeno sei mesi alla data di ricevimento della richiesta di trasferimento, o indeterminata;
  • la persona condannata – o, allorquando in considerazione della sua età o delle sue condizioni fisiche o mentali uno dei due Stati lo ritenga necessario, il suo rappresentante legale – acconsente al trasferimento;
  • gli atti o le omissioni per i quali è stata inflitta la condanna costituiscano reato ai sensi della legge dello Stato di esecuzione o c costituirebbero reato se fossero commessi sul suo territorio;
  • lo Stato di condanna e lo Stato di esecuzione sono d’accordo sul trasferimento.

Oltre al consenso della persona condannata, è essenziale, quindi, che vi sia anche l’accordo dei due Stati, i quali, tuttavia, sono soggetti a dei precisi obblighi, secondo quanto previsto dall’art. 4 e, cioè: se la persona condannata ha espresso allo Stato di condanna il desiderio di venire trasferita in applicazione della presente Convenzione, questo Stato deve informare lo Stato di esecuzione il più presto possibile dopo che la sentenza è divenuta definitiva; se la persona condannata ha espresso allo Stato di esecuzione il desiderio di essere trasferita in applicazione della presente Convenzione, lo Stato di condanna comunica le informazioni di cui al precedente paragrafo 3 allo Stato di esecuzione, se questo le richiede. 

Inoltre, per completare la disamina sul trasferimento persone detenute, la persona condannata deve essere informata per iscritto di ogni azione intrapresa dallo Stato di condanna o dallo Stato di esecuzione in applicazione dei paragrafi precedenti, così come di ogni decisione presa da uno dei due Stati in merito ad una richiesta di trasferimento.

Bisogna però ricordare che, al di là dell’esistenza delle citate convenzioni, la concreta esecuzione e fattibilità delle citate procedure esige tempo (molto tempo purtroppo), precisione, profonda conoscenza del diritto di entrambi gli Stati, ed un valido avvocato internazionale che sia in grado di gestire adeguatamente la pratica, per fare in modo che tutto possa essere effettuato celermente e con esattezza. Pare quindi essere necessario, in materia di trasferimento di persone detenute all’estero in Italia, rivolgersi sempre ad un avvocato esperto di diritto penale internazionale, che abbia quindi le giuste conoscenze penali per poter ottenere il trasferimento del detenuto italiano da un carcere estero ad uno italiano.

TRASFERIMENTO PERSONE DETENUTE ALL’ESTERO: LE CONVENZIONI INTERNAZIONALI

Esistono inoltre, al di là ed oltre alla Convenzione di Strasburgo, molte altre convenzioni che obbligano reciprocamente l’Italia e gli stati esteri firmatari a fare ottenere il trasferimento dei propri cittadini fra uno Stato e l’altro, ne citeremo i principali. (Clicca per leggere il testo del trattato)

Italia – Albania Accordo aggiuntivo alla Convenzione sul trasferimento delle persone condannate del 21 marzo 1983 (Roma, 2002)

Italia – Romania Accordo tra la Repubblica Italiana e la Romania sul trasferimento delle persone condannate alle quali è stata inflitta la misura dell’espulsione o quella dell’accompagnamento al confine (Roma, 2003)

Italia – Hong Kong Accordo sul trasferimento delle persone condannate (Hong Kong, 1999)

Italia – Perù Trattato sul trasferimento di persone condannate e di minori in trattamento speciale (Roma, 1994)

Italia – Thailandia Trattato di cooperazione per l’esecuzione delle sentenze penali (Bangkok, 1984)

Italia – Repubblica Dominicana Trattato sul trasferimento dei detenuti fra Repubblica Dominicana e Italia (Santo Domingo 2002)

Ti ricordiamo che il nostro Studio Legale Internazionale, in ambito di difesa penale internazionale e di trasferimento di italiani detenuti all’estero, agisce direttamente, entro le 24 ore dall’arresto, con avvocato,  in Italia, Austria, Slovenia, Francia, Croazia, Spagna, Malta, Gran Bretagna, Germania, Iran, Repubblica Dominicana, Perù, Thailandia. Nelle altre giurisdizioni possono occorrere anche 48 ore, sempre dall’arresto.

Per consulenza con avvocato in materia di trasferimento in Italia di persone detenute all’estero, o se sei un italiano detenuto all’estero che vuole rientrare in Italia, info line + 39 0532 240 071 oppure se sei straniero +386 40 589 547, oppure scrivici per avere informazioni sul trasferimento di italiani detenuti all’estero.

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo Trasferimento persone detenute estero- in www.avvocatobertaggia.com/blog

a proposito di avv.bertaggia

Ti potrebbe interessare anche...

Mandato arresto europeo rifiuto consegna

Mandato arresto Europeo rifiuto consegna

MANDATO ARRESTO EUROPEO RIFIUTO CONSEGNA ALLO STATO ESTERO Mandato arresto europeo rifiuto consegna e cittadino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi