Home / Penale / Arrestato in USA: difesa penale in USA
arrestato in USA

Arrestato in USA: difesa penale in USA

ARRESTATO IN USA: DIFESA PENALE IN USA

INFO LINE DIFESA PENALE IN USA: +390532240071

Arrestato in USA, difesa penale in USA. Gentili lettori: negli USA essere arrestati, anche per comportamenti ritenuti banali, è molto più facile di quello che comunemente si pensi. Arrestato in USA, cosa fare quindi? Come tutelarsi? Come scegliere un avvocato penalista esperto in USA? Nel caso di arresto e detenzione: quali sono i tuoi diritti? Arrestato in USA. Lo Studio Legale Internazionale Avvocato Bertaggia te lo spiegherà con questo articolo, così saprai cosa fare ed a chi rivolgersi se sei stato arrestato in USA.

ARRESTATO IN USA, QUANDO PUÒ SUCCEDERE, COME PUÒ ACCADERE

Essere arrestati in USA è molto frequente, è quindi importante sapere quali sono i diritti e quali gli obblighi del cittadino italiano arrestato negli USA: chiaramente questi sono consigli specifici per l’ambito statunitense, vale sempre conoscere, in via generale, cosa fare quando si è stati arrestati all’estero, in modo da non farsi mai cogliere impreparati.

Ricordati (ma questo vale anche per ogni nazione estera rispetto all’Italia), che quando la polizia ti ferma devi eseguire scrupolosamente tutti i suoi ordini, senza polemiche e senza obiettare nulla. In linea di massima finirà tutto rapidamente. Qualora invece si venga invitati a salire sulla macchina della polizia, significa che si è in stato di arresto.

Importante non fare nessuna resistenza, non dire nulla, non fare nulla. Attendere di contattare il tuo avvocato di fiducia, scelto (a meno che non lo si conosca già bene) tramite i tuoi familiari ed il tuo penalista di riferimento in Italia.

ARRESTATO IN USA: I TUOI DIRITTI

Qualora tu abbia subito un arresto in USA, l’agente di polizia dovrà spiegarti in maniera comprensibile i tuoi diritti prima dell’interrogatorio, i cosiddetti diritti di Miranda (Miranda Rights), che risalgono al 1966 in seguito ad una decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti in Arizona e specificano che:

  • Una persona arrestata ha il diritto di rimanere in silenzio
    Tutto ciò che dirà potrà essere usato contro di lei in tribunale
    La persona arrestata ha il diritto di essere rappresentata da un avvocato e, se non può permetterselo, lo Stato metterà a sua disposizione un avvocato difensore pubblico.
  • You have the right to remain silent. Anything you say can and will be used against you in a court of law. You have the right to have an attorney present during questioning. If you cannot afford an attorney, one will be appointed for you.

L’agente di polizia che procede alla police custody deve essere certo che la persona arrestata capisca questi avvertimenti e diritti.

Colui che viene arrestato in USA può anche decidere (scelta consigliata) di tutelarsi tacendo, per far valere i propri diritti, e conseguentemente non rispondere alle domande della polizia. L’unico obbligo di risposta riguarda la sua identità, l’età e l’indirizzo. La polizia deve smettere l’interrogatorio quando un arrestato in USA si appella ai suoi diritti.

Il procedimento penale inizia quindi con l’arresto del presunto colpevole da parte della polizia. Se all’imputato viene omessa tale dichiarazione e non viene informato dei suoi diritti, nulla di quanto dirà alla polizia dopo l’arresto potrà essere validamente portato in aula di tribunale. Lo stesso arresto senza la preventiva lettura dei diritti può essere invalidato.

ARRESTATO IN USA: LA FASE IMMEDIATAMENTE SUCCESSIVA ALL’ARRESTO

Qualora una persona sia sospettata di aver commesso un reato minore, può essere emesso un ordine di presentarsi in tribunale (Notice to Appear in Court) in una certa data, invece di essere arrestato. Tale procedura ha però dei limiti, non si applica se:

  • L’indagato si rifiuta di fornire i propri dati identificativi all’agente di polizia,
  • L’ufficiale di polizia ha motivo di ritenere che lasciare la persona in libertà possa essere rischioso per se stessa o per gli altri,
  • La persona non ha legami con la comunità americana,
  • L’agente di polizia sospetta che la persona ricercata abbia commesso altri reati,
  • L’indagato ha già rifiutato di presentarsi in tribunale o non ha rispettato i termini per il suo rilascio in attesa del processo in un altro caso.

In tali casi quindi, così come quando il reato commesso è grave, si procede con l’incarcerazione. La stessa avviene presso la stazione di polizia per opera di un ufficiale che esaminerà i fatti per determinare nuovamente se un avviso a comparire in tribunale sia più appropriato.

In particolare, i fattori determinanti sono:

  • La residenza della persona e la sua vita all’interno della comunità Americana
  • I legami familiari della persona nella comunità Americana
  • Il suo lavoro e le sue precedenti occupazioni
  • Le sue condizioni mentali
  • I suoi precedenti penali
  • Le sue precedenti condanne e apparizioni in tribunale

L’indagato può essere interrogato, lo stesso avrà il diritto di rimanere in silenzio fino all’arrivo del suo avvocato, appellandosi ai propri diritti (Miranda Rights) al momento dell’arresto: potrà essere perquisito, così come gli saranno prese le impronte digitali e sarà fotografato. Esaurite queste formalità, la persona arrestata verrà rinchiusa in cella.

ARRESTATO IN USA: CENNI PROCEDURALI PENALI

In USA bisogna distinguere fra giurisdizioni statali e giurisdizioni federali, ognuna con le sue peculiarità e caratteristiche. Nel processo penale in USA  (ed anche in quello civile) sono previsti tre gradi di giudizio, ma la somiglianza al sistema italiano è solo apparente. In primo grado c’e’ la Corte (Trial Court, statale o federale), in secondo grado la Corte d’Appello (Appellate Court) ed in terzo grado la Corte Suprema (Supreme Court).

Le cause penali (criminal cases), sono quelle che si incardinano quando si verificano violazioni della legge penale  per le quali e’ prevista l’irrogazione di una pena.
Sulla base delle normative penali federali una causa penale ha inizio con l’imputazione (indictment) da parte di una giuria (grand Jury). Il processo avrà poi due parti: lo Stato (The People), impersonato dal procuratore distrettuale (D.A. – District Attorney) che sostiene l’accusa, e un imputato (defendant) rappresentato da un avvocato difensore (defense lawyer). Importantissimo è munirsi con celerità di un avvocato difensore di fiducia in USA, esiste (come in Italia) anche l’ufficio del gratuito patrocinio (O.P.D. – Office of the Public Defenders) che garantisce una difesa gratuita (Public Defense) a chi non può permettersi un avvocato privato; ma l’efficacia di tali difensori è notoriamente pressoché insussistente talchè è bene avere, assolutamente, un difensore di fiducia in caso di difesa per un arrestato in USA.

ARRESTATO IN USA: LA PUBBLICA ACCUSA ED I REATI

Il procuratore distrettuale è l’equivalente del pubblico ministero di cui alla normativa italiana. Il D.A. è coadiuvato da uno o più sostituti e dai loro assistenti (A.D.A. – Assistant District Attorney). A loro spetta il compito di sovrintendere le indagini di polizia e di sostenere l’accusa nello svolgimento del processo.
A seconda della gravità, i crimini di natura penale sono divisi in felonies (delitti) e misdemeanors (reati contravvenzionali)
Esemplificativamente le felonies riguardano delitti come l’omicidio (murder), l’omicidio colposo (manslaughter), il furto aggravato e la rapina (robbery), la violenza sessuale (sexual assault).
Sempre esemplificativamente sono misdemeanors reati come il furto semplice (simple assault) o la guida in stato di ebbrezza (driving while intoxicated).

ARRESTATO IN USA: CENNI PROCEDURALI, COSA SUCCEDE DOPO L’ARRESTO

Dopo l’arresto, l’indiziato viene portato in un distretto di polizia, dove viene schedato, fotografato e dove vengono raccolte altresì le impronte digitali.
Nell’ipotesi in cui si tratti di un reato minore, l’arrestato viene rilasciato con un mandato di comparizione in tribunale.
Qualora invece il reato sia più grave, l’indiziato viene condotto, entro il termine di 24 ore, innanzi fronte ad un magistrato per il cosiddetto arraignment (prima comparizione), che consiste nella notifica dei capi di accusa, nella dichiarazione di innocenza o colpevolezza da parte dell’imputato:
«How does the defendant plead?». «The defendant pleads not guilty».
«Come si dichiara l’imputato?». «L’imputato si dichiara innocente». A seguito di ciò si procede comunque oltre.

ARRESTATO IN USA: LA CAUZIONE E L’INIZIO DEL PROCESSO

In seguito, nei casi in cui la legge lo consente, viene determinata la cauzione e l’eventuale sua quantificazione.
Se la cauzione non viene concessa, o non viene pagata, l’imputato viene trattenuto in custodia cautelare fino alla data del processo. In alternativa alla cauzione, l’imputato può anche essere rilasciato in libertà condizionata (released on parole) o in libertà completa sulla parola fino alla data del processo (released on his own recognition).
Quando invece si profilano crimini gravi (felonies), non vi è per l’imputato la possibilità di dichiararsi colpevole o innocente, ma lo stesso viene condotto ad un’udienza preliminare (preliminary hearing) in cui verrà stabilito se il crimine è stato realmente commesso e se ci sono, in capo alla pubblica accusa, prove ed argomentazioni sufficienti (probable cause) per portare l’imputato davanti a una giuria con un fondato grado di certezza di ottenerne la condanna.
Il procuratore dovrà conseguentemente presentare davanti a una giuria (grand jury) le sue argomentazioni e le prove in suo possesso. La giuria deciderà quindi se procedere all’incriminazione dell’arrestato e, quindi, al processo.

ARRESTATO IN USA: LE CONSEGUENZE DELLA MANCATA INCRIMINAZIONE DAVANTI AL GRAND JURY

Qualora quindi la giuria non reputi che le prove dell’accusa siano sufficienti a sostenere l’accusa in dibattimento, l’indagato dovrà essere rilasciato e non potrà più essere accusato dello stesso reato, nemmeno se emergono nuove prove. Analogamente, nessuno può essere processato due volte per lo stesso crimine (double jeopardy).

ARRESTATO IN USA: IL PROCESSO PENALE. LO SVOLGIMENTO

L’udienza si apre con una sintetica esposizione dei fatti da parte degli avvocati (opening statement) rivolta alla giuria: in seguito la stessa procede con la presentazione alla giuria delle sole prove ammesse e con la consequenziale raccolta delle deposizioni dei testimoni e si conclude con le arringhe finali (closing arguments) degli avvocati delle parti, sia dell’accusa che della difesa, che parla sempre per ultimo.
Da ricordare che, negli ordinamenti di common-law (attualmente in vigore in Regno Unito (esclusa la Scozia), Stati Uniti d’America, (escluso lo Stato della Louisiana), Australia, Canada (esclusa la regione del Quebec) e Hong Kong) vige il principio dell’obbligatorietà del precedente giudiziario: qualora l’accusa o la difesa facciano riferimento ad una sentenza di un giudice precedente su un caso analogo a quello su cui un nuovo giudice deve giudicare, quest’ultimo e’ tenuto ad applicare la stessa interpretazione del suo predecessore: a meno che non riesca a motivare adeguatamente il perchè non vi fa riferimento. Ipotesi, quest’ultima, molto rara.
Per ciò che concerne poi l’emanazione della sentenza, ricordiamo che in USA la giuria popolare ha un ruolo fondamentale, inimmaginabile in altre giurisdizioni.
Al termine del processo, la giuria si ritira e deve concordare all’unanimità un verdetto per ciascuno dei capi d’accusa dell’imputato: guilty (colpevole) o not guilty (innocente).
Rimarchevole è la possibilità che un imputato possa essere dichiarato colpevole anche in assenza di prove concrete, quindi sulla base di sole presunzioni, purché la responsabilità sia dimostrata oltre ogni ragionevole dubbio; beyond any reasonable doubt.
Può succedere quindi che anche un’accusa basata su sole prove indiziarie ( circumstantial evidence), prove che, contrariamente a quelle basate sulla direct evidence, suggeriscono qualcosa, pur non essendo in grado di dimostrarlo completamente, può condurre ad una condanna.

PROCESSO PENALE IN USA: LA CONDANNA, IL PATTEGGIAMENTO

La giuria quindi, abbiamo visto, si limita a dire se l’imputato è innocente o colpevole: dopo tale dichiarazione della giuria, il giudice deve quantificare la pena ed emettere una sentenza conclusiva. Da notare che nel processo penale in USA, il giudice non può modificare il verdetto della giuria: lo stesso è facoltizzato soltanto a respingerlo in blocco (reject the verdict) annullando il procedimento, ma ciò soltanto in quei rari casi in cui sia possibile motivare debitamente tale decisione.
Ricordiamo anche che, sia in fase antecedente al processo, ma anche in qualunque altro momento durante la sua celebrazione, sinanco dopo il verdetto della giuria, le due parti in causa possono trovare un accordo (settlement) che pone automaticamente fine al processo: si tratta del c.d. “patteggiamento” (plea-bargaining) ovvero un particolare tipo di accordo, tra il procuratore distrettuale e l’imputato, rappresentato dal suo difensore, nel corso di una causa penale, in merito al capo d’accusa. Con il patteggiamento, l’imputato si riconosce colpevole di un certo reato e accetta la pena concordata con il procuratore.
Molti processi, quando non vi sono sufficienti certezze sia in punto all’accusa che alla difesa, si concludono così, risparmiando alle parti l’alea giudiziaria ed ottenendo pene molto lievi.

Se sei stato arrestato in USA o se un tuo familiare deve essere processato in USA, lo Studio Legale Internazionale Bertaggia può difenderti adeguatamente negli Stati Uniti d’America tramite la sua rete di avvocati USA fidelizzati alla nostra struttura. Chiamaci +390532240071 per notturni urgenze e festivi +393483610420

[inbound_button font_size=”20″ color=”#c8232b” text_color=”#ffffff” icon=”” url=”https://live.vcita.com/site/avvocatobertaggia” width=”” target=”_blank”]arrestato in USA, hai bisogno di un difensore in USA? Contattaci subito. Clicca[/inbound_button]

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.com/blog che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.com/blog è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo ARRESTATO IN USA; DIFESA PENALE IN USA, in www.avvocatobertaggia.com/blog

 

 

 

a proposito di avv.bertaggia

Ti potrebbe interessare anche...

fatture false

Fatture false, riciclaggio, pagamenti

RICICLAGGIO FATTURE FALSE PAGAMENTI INFO LINE PER DIFESA PENALE DAL REATO DI RICICLAGGIO: +390532240071 Riciclaggio …

2 commenti

  1. Perché nel cosiddetto paese della libertà è tutto in mano alla polizia senza nessun controllo del pm? A me sembra un sistema medioevale…l europa e l italia sono infinitamente avanti sulle libertà individuali. Da noi la polizia non può fare nulla senza l ordine del pm,salvo in flagranza e aolo per pochi reati la polizia puo limitare la libertà. In usa un semplice agente ha un potere inimmaginabile…di arrestarti solo se non eaegui un suo ordine.vergognoso

Studio Avvocato Bertaggia Blog
Hai bisogno di aiuto? Scrivici su Whatsapp
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: